Cinque cose da tenere in mente sulla nuova funzionalità Shoppable.

instagram-shoppable1

Questo mese, Instagram ha lanciato una nuova funzionalità che sarà sicuramente un punto di svolta nel prossimo futuro. Parliamo della nuova funzionalità Instagram Shoppable sono il prossimo passo nella progressione di Instagram verso una piattaforma social business-friendly. Con oltre mezzo miliardo di utenti attivi mensili e oltre mezzo milione di inserzionisti, era solo una questione di tempo prima che gli utenti potessero iniziare a comprare i prodotti direttamente dall’app.

In sostanza, le foto Shoppable consentiranno alle aziende di taggare i propri post con prodotti, proprio come facciamo con i nostri amici. Toccando i tag si viene indirizzati a una descrizione completa del prodotto dove si trova una call to action “Acquista ora”, il tutto all’interno della stessa app IG. Toccando il pulsante si verrà indirizzati al sito Web dell’azienda per l’acquisto, se non si vorrà comprare,

sarà sufficiente tornare al proprio feed poiché non abbandonerai l’app.Inoltre l’acquirente paga ciò che il venditore addebita e il venditore non avrà alcuna commissione per qualsiasi vendita.

Non iniziare a fotografare le tue vecchie cose nella speranza di venderle su Instagram!

Ora ti spieghiamo il motivo!

Lo stesso vale per quelli di voi che hanno iniziato a fotografare i propri prodotti pensando che questo possa precludere la necessità di coinvolgere gli influencer nella vostra strategia di marketing. Allora ecco alcune cose fondamentali da sapere sull’ultimo aggiornamento legato al mondo dell’e-commerce. 

1. I tag fotografici Shoppable di Instagram sono un progetto pilota che verrà testato per ora solo su alcuni dei marchi presenti su Instagram.

IG vuole prendere le cose in maniera cauta sondando il terreno onde evitare problemi.

Con oltre 95 milioni di messaggi e 4,2 miliardi di like ogni giorno, il rischio  che un piccolo problema diventi catastrofico è reale. Quindi, per ora, IG ha invitato solo 20 marchi a partecipare al test-pilota, scegliendo solo brand all’interno dell’ambito della moda, un adattamento naturale per un’app basata su un forte impatto visivo.

Aziende come JackThreads, Abercrombie & Fitch, Kate Spade e Hollister, tutte dotate di feed popolari con contenuti di qualità, essi sono alcuni dei fortunati che faranno parte di questa prima fase.

2. I post su Instagram Shoppable attualmente sono disponibili solo su iOS e solo negli Stati Uniti

Questi limiti sono dettati sicuramente dai test, e saranno probabilmente i primi ad andare via in quanto l’affidabilità e la stabilità di shoppable sarà messa alla prova nei prossimi mesi. 

3. Il tuo feed di Instagram non diventerà un luogo di perdizione dello spam!

L’implementazione di foto shoppable non si intromette visivamente con il tuo feed. Le foto conterranno i tag di alcuni prodotti, l’unico indicatore sarà un piccolo pulsante bianco che reciterà “Visualizza prodotti”.

Toccando questo pulsante verranno visualizzati i tag, a ciascuno dei quali è possibile fare clic per ottenere ulteriori informazioni e per avere il collegamento che rimanderà direttamente all’acquisto del prodotto. 

instagram shoppable

4. Autonomia

Attualmente non è ancora stato sviluppata un’interfaccia che renda i marchi autonomi nella creazione di questi tag, per ora le venti aziende che avranno accesso a questa funzione dovranno coordinarsi con il team di Instagram per aggiungere i tag ai loro post. La ragione di ciò non è che IG non è stata in grado di sviluppare questa funzione che renderebbe autonome i brand.

Con più probabilità, si stanno concedendo del tempo per prendere decisioni editoriali su come le aziende utilizzeranno questa nuova funzionalità.

Attualmente il team di  sviluppatori Instagram si sta concentrando sul rendere l’esperienza funzionale e facile da utilizzare per l’utente finale.

5. Instagram non guandagnerà soldi con questa nuova funzionalità

come affermato in precedenza, Instagram prenderà alcuna commissione sugli articoli venduti attraverso la funzione shoppable, o aggiungendo qualsiasi tipo di commissioni che finirebbe per uscire dai portafogli degli utenti. Per ora, l’obiettivo è quello di fare bene, sia per gli utenti che per le aziende. Man mano che la matassa viene srotolata e i problemi risolti, sempre più aziende saranno invitate a utilizzare questa nuova funzione, il piano è  quello di far pagare per promuovere “le foto” acquistabili nei feed di utenti che non stanno ancora seguendo il brand.

Non è necessario essere uno specialista di marketing o di economia per comprendere il potenziale economico di questa nuova funzionalità, sia per i marchi che per Instagram.Che Instagram sia un servizio popolare in tutto il mondo è ormai scontato. Nonostante raggiunga solo il 5% degli utenti attivi mensilmente che detto cosi sembra poco ma stiamo parlando di un pubblico di oltre 25 milioni di utenti.

Cosa ci riserverà il fantastico mondo IG? Noi da buoni esperti del settore attenderemo l’evoluzione di questa fantastica funzionalità.